Mancano 30 giorni alla chiusura delle iscrizioni della seconda edizione del Master in Fundraising Comunicazione e Management per gli enti ecclesiastici e le organizzazioni religiose.

Un percorso che ha come scopo principale la formazione di persone che possano dedicarsi in modo continuativo alla sostenibilità delle opere e delle attività di culto compreso il grande tema del mantenimento/rigenerazione dei beni ecclesiastici.

Il tema del dono è centrale, non si può fare fundraising se chi opera in questo ambito non conosce la grammatica e la geografia del donare. Poi vengono le tecniche, i mercati e gli strumenti, ma prima di tutto chi fa fundraising ha un compito: trasmettere fiducia.

La fiducia è una struttura invisibile che ci tiene insieme! È un valore, qualcosa che va custodito e preservato e che i cosiddetti mercati consumano continuamente.

“Sappiamo quanto costano le cose ma non quanto valgono”  – T. Judt 

Abbiamo bisogno degli altri ma talvolta non ci concentriamo nell’accogliere l’altro in un Noi, in una missione chiara e consapevole.

Il fundraising è un mezzo, uno strumento per creare fiducia quindi è un’attività che necessità di grande professionalità e competenza. In un’epoca in cui tutti viviamo una crisi entropica dei valori fondamentali dell’uomo è importante, necessario e urgente mettere al primo posto il tema del dono come strumento per generare fiducia.

Tutto il master è orientato a questo e desidera farlo attraverso 2 Università, più di 20 docenti qualificati (professionisti del settore), 10 mesi di formazione, 1 masterweek residenziale, 25 organizzazioni accreditate per ospitare i tirocini formativi e un’apertura a tutte le confessioni religiose come valore aggiunto distintivo di questo percorso di studi.

È possibile presentare la richiesta di iscrizione entro e non oltre il 16 novembre 2018; possibilità di borse di studio a copertura totale o parziale della quota di iscrizione.

Share This